Legnano M5S: dall’esposto in Procura all’arresto del sindaco

Legnano M5S: dall’esposto in Procura all’arresto del sindaco

Legnano M5S: dall’esposto in Procura all’arresto del sindaco
Palazzo Malinverni il Municipio di Legnano

In un comunicato stampa del deputato pentastellato Riccardo Olgiati il Movimento 5 Stelle fa il punto della melmosa situazione del comune di Legnano dopo gli avvenimenti degli ultimi giorni

Il 16 maggio, il Sindaco di Legnano Giambattista Fratus (LEGA), il Vicesindaco Maurizio Cozzi (FORZA ITALIA) e l’assessore Chiara Lazzarini (FORZA ITALIA) sono stati raggiunti da una misura cautelare richiesta dal Pubblico Ministero Dott.ssa Calcaterra della Procura di Busto Arsizio nell’indagine denominata “Piazza Pulita”.

Il Magistrato inquirente, in conferenza stampa che si è tenuta in mattinata, ha sottolineato che l’intera vicenda è partita da un dossier anonimo sulla società partecipata AMGA che a suo tempo era stato portato in Procura proprio dal Movimento 5 Stelle di Legnano e dallo stesso Sindaco, oggi ex Sindaco dopo la sua sospensione voluta dal Prefetto di Milano.

Ma andiamo con ordine.

Ad inizio 2018 veniva recapitato al Movimento 5 Stelle di Legnano un Dossier anonimo che conteneva una serie di informazioni in ordine a presunte irregolarità nelle procedure di assunzione nella società AMGA SPA. Ritenuti i fatti in esso contenuti gravi e particolarmente circostanziati, ci determinavamo a sottoporlo all’attenzione della Procura competente affinché svolgesse, qualora lo avesse ritenuto necessario, i dovuti approfondimenti, e così è stato.

Dal nostro esposto è nata un’indagine che è culminata con gli arresti che oggi riempiono le pagine dei giornali a tiratura nazionale.

A Legnano il clima politico era già particolarmente teso proprio per la sopraggiunta nomina dell’assessore Lazzarini, oggi agli arresti domiciliari, e le evidenti inopportunità politiche a che la stessa ricoprisse tale incarico posto che contro di lei era ed è attualmente pendente un’azione giudiziale di responsabilità promossa da AMGA per il periodo in cui la Lazzarini stessa è stata amministratrice della partecipata.

Nonostante le nostre accese proteste, il Sindaco Fratus si è dimostrato assolutamente irremovibile in ordine alla bontà della sua scelta. Ora, più che mai, ci è più chiaro che il tridente Fratus, Cozzi e Lazzarini era inscindibile!

Sono susseguite le dimissioni del nostro portavoce in Consiglio Comunale, Andrea Grattararola, assieme all’intera minoranza e si è aperto un vivace contenzioso per staccare la spina al Governo cittadino dopo la surroga, a nostro avviso illegittima, disposta dal difensore civico regionale, che ha preservato in extremis il Sindaco dal Commissariamento.

Oggi il commissariamento è arrivato e per fatti ben più gravi e non possiamo gioirne essendo questa una delle più tristi pagine della storia politica legnanese.

Ancora una volta il centro destra – Lega e Forza Italia – si è dimostrato, secondo quanto riferito dal Pubblico Ministero, incapace di governare secondo le regole e di mettere al primo posto il bene comune. Ancora una volta ha fallito tradendo i cittadini legnanesi, soprattutto tutti coloro che a loro avevano dato fiducia.

Legnano non dimentica e tutti speriamo e chiediamo che il futuro porti un radicale rinnovamento dove la trasparenza e la legalità siano l’unica via percorribile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...